Nasce l’Associazione IPAZIA

MANIFESTO

dell’Associazione IPAZIA

Atei, Agnostici, Liberi Pensatori e Anticlericali


1 – L’Associazione IPAZIA punta ad una società dove sia sviluppato al massimo il libero pensiero e perciò si oppone a tutte le chiese, le sette e le teocrazie. Rispetta la libertà religiosa intesa come libera espressione individuale. Rigetta ogni pretesa imposizione su questa espressione. Ritiene, però, l’ateismo e l’agnosticismo le forme più complete di liberazione morale, culturale, psicologica dell’individuo. In particolare si oppone allo strapotere della Chiesa Cattolica Apostolica Romana e alla sua ingerenza nella nostra società.

2 – L’Associazione IPAZIA auspica l’emancipazione dalle chiese e dalle religioni istituzionalizzate da raggiungere attraverso un coinvolgimento diretto delle persone alle sue iniziative. Utilizza tutti gli strumenti (pubblicazio ni, conferenze, dibattiti, meetings, manifestazioni, iniziative di boicottaggio, ecc.) idonei a diffondere la conoscenza ed il ruolo delle istituzioni religiose, da sempre attive per asservire gli esseri umani al volere dei governi e delle classi al potere.

3 – L’Associazione IPAZIA propugna una laicizzazione reale della società attraverso l’impegno individuale e /o collettivo; tale obiettivo può realizzarsi mediante:

–  la rimozione di qualsiasi simbolo religioso dai luoghi pubblici;

–  la pratica dell’unione libera;

–  l’educazione non confessionale antiautoritaria;

–  il rifiuto dell’imposizione del battesimo e di qualsiasi altro rito iniziatico religioso ai bambini;

–  lo sviluppo dell’educazione sessuale finalizzata all’affermazione di una sessualità responsabile e cosciente;

–  la libera scelta in materia di procreazione;

–   il rifiuto della gestione clericale della morte attraverso un cosciente e razionale approccio al fine-vita: poiché e la vita e la morte di un essere umano appartengono unicamente a lui stesso;

–  la diffusione della pratica della cremazione;

–  l’affermazione della libertà da parte di coppie e singoli in materia di adozione di minori, sempre nel rispetto del sano e libero sviluppo della personalità d questi ultimi;

4 – L’Associazione IPAZIA, nell’espletamento della propria attività, rifugge da dinamiche di tipo autoritario, e da privilegi o concessioni di natura burocratico-istituzionale.

5 – L’adesione all’Associazione IPAZIA è libera, previa l’accettazione del presente manifesto.

6 – L’Associazione si articola per Circoli territoriali, federati tra loro. Ciascun circolo regola la sua attività interna e i suoi rapporti con l’esterno in piena autonomia. I Circoli convocano almeno un’assemblea annuale di verifica, confronto, dibattito e programmazione delle attività, sia di tipo interno che in ambito federale. Le decisioni assembleari vengono prese all’unanimità dei partecipanti. L’Associazione si autofinanzia attraverso il libero contributo degli associati.

7 – Il presente manifesto può essere modificato nel corso dell’assemblea federale annuale.

(Approvato in via definitiva dall’Assemblea generale della Federazione Anarchica Siciliana a Trapani, il 17 luglio 2011).

This entry was posted in Anticlericalismo, Documenti, Libero pensiero. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *